OSMO Montesano
Carta Qualita'

CARTA DELLA QUALITÀ DELL’OFFERTA FORMATIVA

dell’Opera della Scuola Magistrale Ortofrenica – O.S.M.O. “G.F. Montesano”

 

 

Il presente documento nasce allo scopo di rendere evidenti e comunicare gli impegni che l’Opera della Scuola Magistrale Ortofrenica “G.F. Montesano” (nel seguito O.S.M.O.) assume nei confronti del sistema committenti/beneficiari a garanzia della qualità e della trasparenza dei servizi formativi in termini strategici (politica della qualità), organizzativi (predisposizione delle progettazioni a offerta dei servizi), operativi (obiettivi e standard specifici) e preventivi (strumenti per la garanzia ai committenti/beneficiari).

 

 

Cap. 1 - PREMESSA

L’Ente trae origine dalla Scuola Magistrale Ortofrenica fondata nel 1900 dal Professor Giuseppe Ferruccio Montesano.

E’ stata eretta in Ente Morale il 24 febbraio 1927 ed è attualmente retta da un Consiglio Amministrativo di cui fanno parte di diritto: un Rappresentate del Ministero della Pubblica Istruzione, un Rappresentante del Comune di Roma e un Rappresentante della Regione Lazio.

L’Ente, prima Scuola Magistrale Ortofrenica d’Europa, ha svolto sin dal 1902 ininterrotta e meritoria attività di educazione e recupero dei soggetti portatori di handicap e svantaggiati sociali, attraverso la gestione di classi differenziali e speciali e l’attivazione di Corsi Annuali di Formazione per Docenti, autorizzati dal Ministero della Pubblica Istruzione e vigilati dal Provveditorato agli Studi di Roma.

Il suo fondatore è stato una figura di fama internazionale nell’ambito della didattica speciale e ha instancabilmente operato con illustri clinici e pedagogisti quali Sante de Sanctis, Maria Montessori e Clodomiro Bonfigli. L’Ente possiede la sua fecondissima Opera Omnia, ivi compresi alcuni manoscritti, che abbraccia molteplici settori dalla didattica alla psichiatria infantile e adulta.

Il metodo didattico da lui messo a punto è entrato a buon diritto nella storia della pedagogia italiana; è tuttora valido strumento di applicazione nell’ambito dell’handicap e dell’apprendimento, essendo centrato non sulla settorialità del disturbo presente, ma sul potenziamento e lo sviluppo delle abilità dell’individuo nel complesso dei suoi aspetti socioculturali, motivazionali, psicologici e relazionali. Il materiale suddetto è ancora oggi, nei suoi originali in legno e cartaceo, prezioso patrimonio scientifico, oltre che storico, dell’Ente e della città di Roma.

L’Ente ha mantenuto costante nel tempo sia l’elevato impegno morale e sociale del suo fondatore, sia l’alto livello qualitativo e innovativo dei risultati raggiunti, in termini di metodologia di lavoro, di competenza e coesione interna dello staff didattico.

Ha sempre posto, comunque, particolare attenzione alla formazione personale, oltre che tecnica e tecnologica, degli insegnanti, dedicando costante attenzione all’uso del proprio “sé” dell’operatore scolastico, alle sue capacità di osservazione sistemica e alle sue abilità gestionali, quale agente di cambiamento, all’interno e all’esterno di una struttura scolastica sempre più complessa e articolata.

Ha sempre utilizzato, nell’ambito del tirocinio diretto o indiretto, le più aggiornate tecniche audiovisive, quale strumento di supervisione diretta e indiretta, per accrescere le capacità di osservazione dell’insegnante e le sue opportunità di verifica e di messa a punto delle strategie di intervento.

Per la gestione di tutti i Corsi suddetti, l’Ente si è sempre avvalso di un corpo docente di indiscutibile e comprovato valore scientifico: Professori universitari, del Ministero della Pubblica Istruzione, del Provveditorato agli Studi di Roma, del Tribunale dei minori, del Comune di Roma, Psicoterapeuti familiari, Direttori Didattici, Presidi, Esperti della Psicologia, della Psichiatria Infantile, della Sociologia, dei vari settori delle minorazioni sensoriali, visive e uditive e del settore clinico.

L’Ente inoltre dedica particolare cura, tra gli altri, agli aspetti scientifici e della ricerca. sia promovendo progetti sperimentali di pedagogia e didattica innovativa, interviste con famiglie di alunni, insegnanti e operatori scolastici, indagini sociali sul territorio, sia pubblicando articoli, libri, dispense, e più recentemente, una propria Rivista semestrale di formazione e aggiornamento denominata “Thais”.

A questo si aggiunge il prezioso patrimonio storico di sussidi didattici originali dei primi del ‘900, di riviste e testi rari, di fascicoli personali di oltre 7.000 alunni della Scuola Magistrale Ortofrenica che illustrano, nei loro contenuti pedagogici e clinici, un significativo documento della storia della pedagogia italiana.

 

 

Cap. 2 - LIVELLO STRATEGICO

Il CdA dell’O.S.M.O., nella figura del suo Presidente, ha definito la Politica per la Qualità, integralmente riportata nel presente capitolo.

La Presidenza dell’O.S.M.O. conferma i propri intendimenti a operare secondo il Sistema di gestione per la Qualità aziendale allo scopo di raggiungere gli obiettivi prefissati in termini di qualità dei servizi forniti.

A tale scopo è stato predisposto il Manuale della qualità che contiene i criteri organizzativi e le modalità operative che devono essere rispettati dal personale e dai collaboratori nello svolgimento delle attività attinenti la qualità dei servizi.

I principi contenuti nel Manuale e le modalità applicative stabilite nelle procedure in esso richiamate, definite in modo da rispondere appropriatamente agli scopi dell’O.S.M.O., debbono essere osservati da tutto il personale e dai collaboratori dello stesso.

A ogni figura aziendale, sono assegnati compiti, autorità e/o responsabilità ben definite e sono esercitati puntuali controlli per verificare l’attuazione del sistema di gestione per la qualità.

Le eventuali anomalie sono registrate e segnalate ai responsabili, affinché ne vengano individuate ed eliminate le cause; la valutazione di tali anomalie e la loro variazione nel tempo, consente all’O.S.M.O. di misurare positivamente la qualità dei propri servizi.

La Presidenza, sorveglia con attenzione la messa in atto e il rispetto di tutte le disposizioni riguardanti il miglioramento del servizio e la conseguente soddisfazione del cliente. A tale scopo stabilisce l’impegno al soddisfacimento dei requisiti cogenti e al miglioramento continuo dell’efficacia del sistema di gestione per la qualità.

Gli obiettivi fondamentali che l’O.S.M.O. persegue vengono individuati nei seguenti:

§          svolgere la propria attività nel pieno rispetto delle Procedure e Istruzioni che regolano i servizi;

§          eseguire i servizi nel rispetto delle modalità e dei tempi concordati o definiti nel contratto;

§          salvaguardare la salute e la sicurezza di tutto il personale e collaboratori, nonché dei beneficiari del servizio;

§          migliorare continuamente il livello qualitativo del servizio attraverso il monitoraggio delle proprie prestazioni;

§          aggiornare costantemente il proprio know-how per garantire, attraverso l’ottimizzazione delle risorse, l’offerta di servizi sempre più efficaci ed affidabili e di qualità percepita;

§          garantire quanto sopra, attraverso la partecipazione del personale e dei collaboratori a convegni e seminari di settore, l’attività di formazione e aggiornamento e dalla consultazione di libri e/o pubblicazioni specifiche dei vari settori, mailing con informazioni di aggiornamento messi a disposizione di tutto il personale e dei collaboratori;

§          coinvolgere tutto il personale e i collaboratori e indirizzarli nella scelta verso la qualità, tramite una capillare diffusione della Politica e degli strumenti della qualità aziendale;

§          impiegare risorse e mezzi adeguati al raggiungimento degli obiettivi prefissati addestrando il personale e i collaboratori in modo tale da ottenere sempre una maggiore motivazione, soddisfazione e crescita della propria cultura professionale.

Allo scopo di definire e riesaminare gli obiettivi per la Qualità, l’O.S.M.O. dispone di strumenti di misurazione e miglioramento, definiti all’interno di specifica procedura del sistema di gestione per la qualità.

Gli obiettivi misurabili/quantificabili che l’O.S.M.O. si propone di ottenere, vengono considerati almeno i seguenti:

§          Assenza di reclami;

§          Riduzione delle Non Conformità nei Servizi e di sistema di gestione per la qualità;

§          Mantenimento dei Clienti storici;

§          Acquisizione di nuovi Clienti;

§          Attivazione di servizi innovativi da proporre alla propria Clientela.

Inoltre la Presidenza definisce degli obiettivi annuali per il miglioramento e ampliamento delle proprie attività, la determinazione degli obiettivi e le metodologie adottate per perseguirne il raggiungimento sono descritte all’interno della già citata procedura del sistema di gestione per la qualità, avente titolo “Analisi dei dati e misurazione e miglioramento continuo”.

Al Rappresentante della Direzione per la qualità, è affidato il compito e l’autorità di verificare la corretta attuazione del sistema di gestione per la qualità. Inoltre è responsabile di assicurare la promozione all’interno dell’O.S.M.O. dei requisiti del cliente.

 

 

Cap. 3 - LIVELLO ORGANIZZATIVO

I prodotti e i servizi formativi offerti dall’O.S.M.O. sono destinati prevalentemente a privati, ferma restando la possibilità di attivare servizi formativi ad hoc per gruppi omogenei appartenenti ad Aziende Private ed Enti Pubblici, e prevedono attività di analisi, progettazione, organizzazione, gestione e valutazione dei risultati.

 

3.1 Servizi formativi offerti

L’O.S.M.O. cura la realizzazione delle seguenti tipologie di servizi :

§          formazione superiore: intesa come formazione post-obbligo formativo, l’alta formazione relativa ad interventi all’interno e successivi ai cicli universitari;

§          formazione continua: destinata a soggetti occupati, in regime di cassa integrazione e/o mobilità, a disoccupati per i quali la formazione è propedeutica all’occupazione.

 

3.2 Dotazione di risorse professionali

Allo scopo di garantire un adeguato livello di qualità dei servizi di formazione, l’O.S.M.O. si avvale di collaboratori e Docenti in possesso di elevate competenze professionali per le attività di analisi, progettazione, assistenza, docenza e tutoring.

L’elenco dei Professionisti ritenuti idonei dall’O.S.M.O. per svolgere prestazioni di analisi, progettazione, assistenza, docenza e tutoring è contenuto nello specifico Elenco Docenti qualificati, poiché tutte le risorse professionali sono qualificate preventivamente e valutate in modo sistematico funzione della tipologia della prestazione.

 

3.3 Dotazione di risorse logistico-strumentali

Per l’erogazione dei servizi formativi l’O.S.M.O. assicura la disponibilità di laboratori, aule e aule informatizzate attrezzate con dotazione standard (supporti logistici e multimediali, etc).

L’O.S.M.O. si impegna a rendere consultabile la presente Carta della Qualità attraverso l’inserimento in rete tramite il proprio sito, oltre a renderne disponibile una copia in ogni aula. Inoltre, l’O.S.M.O. è in grado di fornire, su specifica richiesta, opportuna documentazione esplicitante le principali caratteristiche del servizio formativo offerto, le modalità di accesso e di valutazione finale, il valore assunto in esito alla valutazione positiva.

 

 

Cap. 4 - LIVELLO OPERATIVO

4.1 Fattori di qualità

Descrivono gli elementi relativi all’intero processo formativo (progettazione e offerta, erogazione del servizio e gestione delle risorse coinvolte) da garantire. Sono individuati in base ai bisogni e alle aspettative del sistema committenti/beneficiari, ai quali l’O.S.M.O. si riferisce.

 

4.2 Indicatori

Descrivono i criteri di misurazione quantitativa e/o valutazione qualitativa per presidiare i fattori di qualità individuati.

 

4.3 Standard di qualità

Descrivono gli specifici obiettivi di qualità che l’O.S.M.O. si impegna a raggiungere.

 

4.4 Strumenti di verifica

Descrivono le modalità attraverso cui viene controllato il rispetto degli standard fissati, a garanzia e tutela di committente e beneficiari.

 

4.5 Fattori di qualità e loro indicatori

 

Attività

 

Fattori di Qualità

 

Indicatori

 

Standard di Qualità

 

Strumenti di Verifica

Progettazione

 

Tempestività

 

Data di consegna

 

Rispetto scadenza bandi di gara

Audit Interni

Completezza

 

Necessità di rielaborazioni

< 90%

 

Audit Interni

Flessibilità

 

Numero di giorni intercorrenti tra la segnalazione di non conformità e la definizione di azioni correttive

< 10 giorni

 

Audit Interni

Erogazione

 

Efficacia docenza/tutoring

 

Partecipanti Abbastanza/Molto

soddisfatti rispetto al totale

Abbastanza/Molto soddisfatti > 90 % del totale dei giudizi

 

Questionari di gradimento

Adeguatezza materiale didattico

 

Partecipanti Abbastanza/Molto soddisfatti rispetto al totale

Abbastanza/Molto soddisfatti > 90 % del totale dei giudizi

Questionari di gradimento

Adeguatezza attrezzature didattiche

 

Partecipanti Abbastanza/Molto soddisfatti rispetto al totale

Abbastanza/Molto soddisfatti > 90 % del totale dei giudizi

Questionari di gradimento

Soddisfazione globale con riferimento alle aspettative

 

Partecipanti Abbastanza/Molto soddisfatti rispetto al totale

Abbastanza/Molto soddisfatti > 90 % del totale dei giudizi

Questionari di gradimento

Adeguatezza organizzazione

 

Partecipanti Abbastanza/Molto soddisfatti rispetto al totale

 

Abbastanza/Molto soddisfatti > 90 % del totale dei giudizi

Questionari di gradimento

Flessibilità

 

Numero di giorni intercorrenti tra la segnalazione di non conformità e la definizione di azioni correttive

 

 

 

Questionari di gradimento

Assistenza ex-post

 

Tempestività di risposta alle richieste di Committenti e/o beneficiari

 

Numero di giorni intercorrenti tra la data di ricevimento della richiesta e la data di formulazione della risposta

Rispetto target contrattuale

 

Audit Interni

Completezza

 

Numero di reclami

 

Numero reclami/numero totale contatti <10%

Audit Interni

Rendicontazione

 

Tempestività

 

Data di consegna

 

Rispetto scadenza contrattuale

Audit Interni

Completezza

 

Necessità di rielaborazioni

< 90%

 

Audit Interni

 

 

 

Cap. 5 - LIVELLO PREVENTIVO

Il Sistema di Gestione della Qualità dell’O.S.M.O. prevede un insieme di procedure finalizzare a verificare e garantire la conformità dei servizi formativi erogati rispetto ai requisiti espressi dal Committente.

In particolare la procedura per la gestione delle azioni correttive e preventive e la procedura per la gestione delle non conformità definiscono le attività e le responsabilità per la gestione delle non conformità e per l’individuazione, la definizione e l'attuazione delle azioni correttive e preventive finalizzate ad eliminare le cause di non conformità effettive o potenziali. La procedura definisce inoltre le modalità di gestione dei reclami pervenuti all’O.S.M.O. da parte dei committenti e/o beneficiari, relativamente alla modalità di realizzazione dei servizi formativi.

La procedura per la gestione degli audit interni, definisce le responsabilità e le modalità per pianificare, programmare e condurre gli audit interni. Gli audit sono attuate per determinare se le attività svolte e i risultati ottenuti siano in accordo con quanto stabilito dai documenti normativi e contrattuali e se quanto predisposto sia attuato efficacemente. LO.S.M.O., inoltre, mette a disposizione dei beneficiari/committente tutte le informazioni e i recapiti da utilizzare per la segnalazione dei reclami.

La sede della O.S.M.O “G.F. Montesano”, è situata in Via di San Crisogono, 37/39 – 00153 Roma, collocata in un edificio storico del quartiere Trastevere, facilmente raggiungibile dalle fermate dei mezzi pubblici sullo stesso Viale Trastevere.

Gli uffici dell’O.S.M.O. sono aperti al pubblico, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 14:00.

I recapiti dell’Opera della S.M.O. “G.F. Montesano” sono:

-        Tel. 06. 58.96.181

-        Fax 06. 58.11.731

-        Sito web: www.osmo-montesano.it

-        E-mail: smo.montesano@libero.it

 

 

Cap. 6 - CONDIZIONI DI TRASPARENZA

6.1 Validazione

La Carta di Qualità dei Servizi Formativi è emessa dal Responsabile Qualità e dal Presidente che ne autorizza l’emissione.

 

6.2 Diffusione

L’O.S.M.O. assicura la diffusione della Carta di Qualità tramite:

-         pubblicazione sul proprio sito internet www.osmo-montesano.it;

-         affissione all’interno di ogni aula della sede accreditata;

-        distribuzione diretta ad ogni corsista/beneficiario con sottoscrizione firmata dell’avvenuta ricezione

-        trasmissione controllata al personale Docente, con riconsegna ad ogni revisione

-        la Carta della Qualità, congiuntamente al Manuale della Qualità emesso in riferimento alla norma UNI EN ISO 9001:2000 e certificato dall’Organismo BVQI dal 2002 con certificato n° 184010, verrà inviata a tutti i soggetti che ne formulino richiesta, per garantire la sua conoscenza anche da parte dei Committenti principali e di tutti gli Stakeholders.

La Carta della Qualità, attualmente in revisione 0 con data di emissione: 15 ottobre 2008, è sottoposta a riesame annualmente e aggiornata in ogni occasione di variazioni organizzative e strutturali.

 

6.3 Aggiornamento

La Carta di Qualità dei Servizi Formativi viene riesaminata annualmente, nell’ambito del Riesame della Direzione previsto dal Sistema di Gestione della Qualità dell’O.S.M.O., allo scopo di assicurarne l’idoneità, l’adeguatezza e l’efficacia, nonché per valutare le opportunità di miglioramento e le esigenze di aggiornamento, sulla base dei risultati della customer satisfaction e dei feed back relativi ai servizi formativi erogati, ai processi e alla politica per la qualità.

 

 

Cap. 7 - DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ DEI RESPONSABILI POSTI A PRESIDIO DEI PROCESSI

7.1 Attività previste per il responsabile del processo di direzione

La Presidenza dell’O.S.M.O.  assicura la pianificazione ed il presidio:

-        delle strategie organizzative, commerciali e degli standard del servizio

-        il coordinamento delle risorse umane, tecnologiche, finanziarie e organizzative

-        il miglioramento continuo del servizio e del Sistema di Gestione per la Qualità

-        della gestione delle relazioni e degli accordi con la committenza

-        della valutazione e sviluppo delle risorse umane.

 

7.2 Attività previste per il responsabile dei processi economico-amministrativi

Questa funzione assicura gli adempimenti relativi :

-        alla gestione contabile e degli adempimenti amministrativi e fiscali

-        il controllo economico

-        la rendicontazione delle spese

-        la gestione amministrativa del personale e dei collaboratori

-        la gestione amministrativa di risorse finanziarie pubbliche nel settore della formazione.

-         

 

7.3 Attività previste per il responsabile del processo di analisi e definizione dei fabbisogni

L’O.S.M.O. ha pianificato e tiene sotto controllo il processo di gestione dei progetti che comprendono la tabella finanziaria che costituisce l’offerta economica.

Il processo definisce le attività finalizzate ad assicurare una continua analisi del mercato e delle richieste dei committenti allo scopo di rilevarne tempestivamente le esigenze, le modalità di riesame dei requisiti dei servizi oggetto dell’offerta e le modalità di riesame del contratto.

A tale scopo l’O.S.M.O.  assicura: la valutazione dei fabbisogni di figure e competenze professionali a livello territoriale con specifico riferimento di bisogni professionali e formativi in settori, sistemi produttivi territoriali in ambito regionale.

Prima dell’emissione dell’offerta, viene assicurato il riesame sistematico di tutti i requisiti dei servizi richiesti dal committente, in modo da verificarne sia l’adeguatezza che la capacità di soddisfarli, garantendo elevati standard qualitativi.

 

7.4 Attività previste per il responsabile del processo di progettazione

L’O.S.M.O., allo scopo di garantire la conformità dei propri servizi, ha pianificato e tiene sotto controllo il processo di progettazione degli stessi servizi.

Le attività di progettazione e sviluppo sono assicurate da parte della funzione designata e prevedono specifici momenti di riesame, verifica e validazione.

L’O.S.M.O., sulla base di quanto previsto dai documenti contrattuali e dalle esigenze del cliente, assicura la progettazione del servizio nonché l’individuazione e la pianificazione delle risorse necessarie per la realizzazione.

Il Progetto definisce i requisiti del servizio richiesto dal committente: obiettivi, contenuti, articolazione, modalità di erogazione, metodologie, sede e periodo di erogazione risorse professionali, tecnologiche e logistiche necessarie per la realizzazione, nonché altri requisiti aggiuntivi richiesti dal committente.

 

7.5 Attività previste per il responsabile del processo di erogazione dei servizi

L’O.S.M.O. ha pianificato e tiene sotto controllo il processo di erogazione dei propri servizi. Per ogni progetto formativo è emesso uno specifico Piano della Qualità che definisce le caratteristiche tecnico/gestionali/operative di ciascuna fase del servizio, la sequenzialità, i criteri di controllo, gli indicatori di performance e i criteri di accettabilità stabiliti per ogni item. A corredo e a evidenza di quanto espresso nel Piano della Qualità, sono adottati documenti definiti Piani Esecutivi e di controllo, all’interno dei quali è registrata l’evidenza oggettiva di quanto eseguito.

Il Responsabile del processo di erogazione dei servizi presidia il processo erogativo di ciascun servizio assicurando:

-         la disponibilità delle prestazioni professionali pianificate

-        la gestione delle iscrizione dei partecipanti

-        la disponibilità e l’utilizzo delle risorse logistiche e didattiche previste

-        l’assistenza ai partecipanti e ai docenti durante l'erogazione del servizio

-        gestione delle risorse umane, tecnologiche e finanziarie del processo di erogazione

-        la gestione delle relazioni e degli accordi con la committenza

-        la valutazione dei risultati ed l’identificazione delle proposte di miglioramento.

 

 

Cap. 8 - UTENZE SPECIALI

Il know how specifico dell’O.S.M.O. è da sempre rivolto alle utenze speciali; sia con forme di assistenza diretta al target di persone diversamente abili (nel settore delle minorazioni psicofisiche e sensoriali), che di assistenza indiretta, attraverso la formazione degli insegnanti specializzati per il sostegno e per l’integrazione.

Il collegamento capillare e pluriennale con tutte le Strutture territoriali di competenza (Servizi sociali, Centri Provinciali di orientamento al lavoro per le utenze speciali, Sportelli informativi, Cooperative sociali, , Strutture del privato sociale, etc.) di volta in volta utili e necessarie per:

-        la migliore accoglienza, in sede, degli utenti speciali

-        la facilitazione all’apprendimento

-        le opportunità di impiego e/o tirocinio offerte dal mercato del lavoro

-        la conoscenza del fabbisogno del territorio, al fine di progettare attività formative attinenti con quanto offerto dal mercato del lavoro

Quanto sopra illustrato è realizzato attraverso una pianificazione che tiene conto delle particolarità che necessitano di discussione, confronto, trattazione, a seconda dei casi e delle situazioni che si vengono a creare di volta in volta.

È fermo principio dell’O.S.M.O. prevedere contatti periodici con i servizi sociali, tesi a garantire quanto espresso nell’elenco puntato sopramenzionato per garantire e assicurare l’adozione di percorsi formativi efficaci e volti a sostenere le utenze speciali nell’inserimento nel mercato del lavoro.

 

Data emissione: 15 ottobre 2008

 

(c) 2006 OSMO Montesano